Ma se io gioco il GAMBETTO di RE contro Aronian posso fare patta? La risposta é affermativa se usi PYTHON e se ti chiami CARLSEN!

Vediamo la partita Carlsen vs Aronian omettendo il non trascurabile fatto che trattasi di partita lampo giocata in Norvegia nel 2015 eco C36: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1794894. Il gambetto di re é giocabilissimo anche a gioco lento? Cero basta chiedere ad Adams: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1650151 e passiamo ora a parlare di altri strumenti di pressione che con gli scacchi hanno in comune solo il nome! Python è stato creato nei primi anni ’90 da Guido van Rossum presso Stichting Mathematisch Centrum (CWI, vedi https://www.cwi.nl/) nei Paesi Bassi come successore di un linguaggio chiamato ABC. Guido rimane l’autore principale di Python, sebbene includa molti contributi da altri. Nel 1995 Guido ha continuato il suo lavoro su Python presso la Corporation for National Research Initiatives (CNRI, vedi https://www.cnri.reston.va.us/) a Reston, in Virginia, dove ha rilasciato diverse versioni del software. Nel maggio 2000, Guido e il team di sviluppo del core Python si sono trasferiti su BeOpen.com per formare il team BeOpen PythonLabs. Nell’ottobre dello stesso anno, il team di PythonLabs si trasferì a Digital Creations (ora Zope Corporation, vedi http://www.zope.com/). Nel 2001, è stata costituita la Python Software Foundation (PSF, vedi https://www.python.org/psf/), un’organizzazione senza scopo di lucro creata appositamente per possedere la proprietà intellettuale relativa a Python. Zope Corporation è un membro sponsor del PSF. Tutte le versioni di Python sono Open Source (vedere https://opensource.org/ per la definizione Open Source). Storicamente, la maggior parte, ma non tutte, le versioni di Python sono state anche compatibili con GPL. Per scaricare Phthon andare su https://www.python.org/ il tutto é molto veloce e intuitivo (parliamo della 3.6.4 al momento febbraio 2018). E buoni editor da consigliare per la stesura del codice? Ad esempio la versione sintetica di visual studio e cioé https://code.visualstudio.com/download visual studio code oppure ATOM indirizzo https://atom.io/ entrambi editor definiti pluripiattaforma! Python é anche una piattaforma di runtime ossia gli script che noi creiamo vengono mandati in esecuzione e tradotti dal linguaggio macchina per le singolarità del sistema operativo. Per lanciare la shell si va su CMD e dalla finestra di dialogo si digita semplicemente phiton (o a volte anche python3), a quel punto possiamo programmare qualsiasi script e ora ne faremo uno di esempio. Con questa finestra noi lanciamo anche i programmi quindi basta scrivere python seguito dal nome del programma. A questo punto giochiamo a pari e dispari per verificare se la nostra installazione ha funzionato. Python é molto semplice e leggibile. Ora definiamo una funzione, una insieme di istruzioni a cui diamo un nome da richiamare, che dice di inserire un numero da terminale tramite l’istruzione INPUT, converte in intero il dato acquisito ed infine verifica se il numero é pari o dispari e lo possiamo fare con l’operatore modulo, che dà il resto della divisione nel caso dalla divisione non saltasse fuori lo zero. Quindi basterà una semplice condizione if else per dire al comanda di eseguire il suo ouput, ma andiamo per gradi. Definiamo una funzione con la parola chiave DEF quindi scriviamo la testata della funzione con la parola chiave + il nome che vogliamo dare alla funzione e nel nostro caso non abbiamo parametri di ingresso quindi il tutto si riduce semplicemente a:

def pariedispari(): //andiamo a capo e saltiamo a destra dei … con il TAB
inp = input (“inserisci un numero: “) // nella variabile inp catturiasmo un numero stringa, invio
numero = int(inp) // invio e TAB per saltare a dx dei …
modulo = numero % 2 //calcolare il modulo della divisione per due in moda avere un pari o dispari

se il modulo é zero numero pari altrimenti é dispari quindi userò un test condizionale con == testa se é zero oppure no:

if modulo == 0:
print(“numero pari”) // print é l’istruzione che stampa a video
else:
print (“numero dispari”) INVIO

A questo punto possiamo testare il nostro script con: python pariedispari() ma non paridispari() che genera un errore eh!

riassumendo il programma:

def pariedispari():
inp = input (“inserisci un numero: “)
numero = int(inp)
modulo = numero % 2
if modulo == 0:
print(“numero pari”)
else:
print (“numero dispari”)

Pyton é un linguaggio di programmazione molto diffuso e già da questa breve introduzione abbiamo notato alcune stravaganze come per definire le funzioni con il def al posto di function di php per esempio e i famosi test condizionali che qui sostituiscono le istruzioni condizionali, poi da prompt di comandi il tasto freccia verticale conserva la lista dei comandi effettuati come scorciatoia per non ridigitare tutto da capo. Le tabulazioni sono molto scorbutiche da riga di comando sopratutto nei costrutti IF / ELSE dove bisogna identare in certi punti non cun singolo TAB ma con doppio TAB. C’è da dire che questo linguaggio di programmazione é molto richiesto sulle competenze cv e quindi vale la pena capire un attimo come funziona!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...