Colpi tattici da paura? Studia le mosse rocambolesche partorite da quel pazzo di Geller!

agenzia web marketing

Ma Efim Geller che tipo era? Le ha giocate belle partite, chiede agenzia web marketing? Certamente sì: http://www.chessgames.com/perl/chesscollection?cid=1017571 , nel periodo 1950 e 1970 Geller era considerato una sorta di torcia umana, uno dei migliori giocatori in circolazione, basta vedere come viene maltrattato un perfetto sconosciuto di nome Karpov indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1049829 con un 25 donna prende pedone in e6 che male fa allo spirito di chi subisce. Persino Fischer fu costretto ad abbandonare in uno scontro dopo la mossa sibillina poco usuale nel medio gioco 25..Re6 e abbandono del bianco: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1044264. E della grandinata di colpi subita da Portish all’ indirizzo http://wwagenzia web marketingw.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1049284 ne vogliamo parlare? Prima arriva Ch5, poi arriva un Ag5 poi l’Ab3 continua a sputare fuoco come un drago fiammante con passi di danza sulle case bianca e apoteosi finale della Torre bianca in e1 che candidamente si porta sulla casa e3 per andare a concludere in g3 la sua corsa: capolavoro di ingegneria tattica! Geller nacque ad Odessa da una famiglia ebrea. In gioventù fu giocatore di pallacanestro e prima di dedicarsi agli scacchi si diplomò in educazione fisica. Durante la seconda guerra mondiale fu meccanico di aerei, quindi studiò economia presso l’Università di Odessa. Si trasferì poi a Mosca, dove si sposò ed ebbe un figlio. Morì di cancro a Mosca all’età di 73 anni. Ma é venuto il momento di passare alle variabili con agenzia web marketing! Le variabili sono contenitori per la memorizzazione dei valori dei dati. Il valore di una variabile può cambiare nel programma. Usa la parola chiave var per dichiarare una variabile: var x = 10; Nell’esempio sopra, alla variabile x viene assegnato il valore 10. JavaScript è case sensitive. Ad esempio, le variabili lastName e lastname, sono due variabili diverse. In JavaScript, il segno di uguale (=) è chiamato l’operatore “assegnazione”, piuttosto che un operatore “uguale a”. Ad esempio, x = y assegnerà il valore di y a x. Una variabile può essere dichiarata senza un valore. Il valore potrebbe richiedere qualche calcolo, qualcosa che verrà fornito in seguito, come l’input dell’utente. Una variabile dichiarata senza un valore avrà il valore non definito. Assegniamo un valore a una variabile e lo inviamo al browser:

var x = 100;
document.write(x);

L’uso delle variabili è utile in molti modi. Potresti avere migliaia di righe di codice che potrebbero includere la variabile x. Quando cambi il valore di x una volta, verrà automaticamente modificato in tutte le posizioni in cui lo hai usato. Ogni “istruzione” scritta è chiamata affermazione. Le istruzioni JavaScript sono separate da punti e virgola. I nomi delle variabili JavaScript sono sensibili al maiuscolo / minuscolo. Nell’esempio seguente abbiamo cambiato x in maiuscolo:

var x = 100;
document.write(X);

Questo codice non produrrà alcun output, poiché xe X sono due variabili diverse. Ora con agenzia web marketing diamo una occhiata alle regole di denominazione:

– Il primo carattere deve essere una lettera, un carattere di sottolineatura (_) o un segno di dollaro ($). I caratteri successivi possono essere lettere, cifre, caratteri di sottolineatura o simboli del dollaro.
– I numeri non sono ammessi come primo carattere.
– I nomi delle variabili non possono includere un operatore matematico o logico nel nome. Per esempio, 2 * qualcosa o questo + quello;
– I nomi JavaScript non devono contenere spazi.

I trattini non sono consentiti in JavaScript. È riservato alle sottrazioni.

Ci sono alcune altre regole da seguire quando si nominano le tue variabili JavaScript:

– Non devi usare simboli speciali, come il mio # num, num%, ecc.
– Assicurati di non utilizzare nessuna delle seguenti parole riservate di JavaScript.

Il termine tipo di dati si riferisce ai tipi di valori con i quali un programma può funzionare. Le variabili JavaScript possono contenere molti tipi di dati, come numeri, stringhe, matrici e altro.

A differenza di molti altri linguaggi di programmazione, JavaScript non definisce diversi tipi di numeri, come interi, brevi, lunghi, virgola mobile, ecc.

I numeri JavaScript possono essere scritti con o senza decimali.

var num = 42; // A number without decimals

I numeri JavaScript possono anche avere decimali.


var price = 55.55;
document.write(price);

Le stringhe JavaScript vengono utilizzate per archiviare e manipolare il testo. Una stringa può essere qualsiasi testo che appare tra virgolette. Puoi utilizzare virgolette singole o doppie.

var name = ‘John’;
var text = “My name is John Smith”;

È possibile utilizzare le virgolette all’interno di una stringa, purché non corrispondano alle virgolette che circondano la stringa.

var text = “My name is ‘John’ “;

Poiché le stringhe devono essere scritte tra virgolette, le virgolette all’interno della stringa devono essere gestite. Il carattere backslash (\) escape trasforma i caratteri speciali in caratteri stringa.

var sayHello = ‘Hello world! \’I am a JavaScript programmer.\’ ‘;
document.write(sayHello);

Il carattere di escape (\) può anche essere usato per inserire altri caratteri speciali in una stringa.
Questi caratteri speciali possono essere aggiunti a una stringa di testo utilizzando il segno barra rovesciata. Se inizi una stringa con una sola citazione, dovresti anche terminarla con una singola citazione. La stessa regola si applica alle virgolette. Altrimenti, JavaScript verrà confuso. In JavaScript Boolean, puoi avere uno di due valori, vero o falso. Sono utili quando hai bisogno di un tipo di dati che può avere solo uno dei due valori, come Sì / No, On / Off, Vero / Falso. Example:

var isActive = true;

Il valore booleano di 0 (zero), nullo, non definito, stringa vuota è falso. Tutto con un valore “reale” è vero.
var isHoliday = false;

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...