NODE e il controllo sulle righe di comando della GitBash: ovvero quando il riccio ruggisce nelle partite di Lubomir Ftacnik

web marketing UmbriaWeb marketing Umbria segnala all’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1045547 abbiamo la partita Lev Polugaevsky vs Lubomir Ftacnik “The Hedgehog that Roared” Chess Olympiad (1982), Lucerne SUI, rd 5, Nov-04 English Opening: Symmetrical Variation. Hedgehog Defense (A30) vinta dal nero in grande stile. Dopo 25 Rh1 il bianco si trova in una rete di matto ma la domanda é come sia potuto succedere dal momento che la combinazione di Ftacnik sembra esplodere all’ improvviso dal nulla e non a caso si parla dalla traduzione inglese del “riccio che ruggisce”. La partita sembra fatta apposta per essere contemplata per cui non ci resta che parlare di altre spinose questioni. Con Node abbiamo fatto una introduzione su umbriawayamplifica poi abbiamo proseguito l’approfondimento su umbriawaydesign su come integrare i moduli e su umbriawaydeveloper abbiamo visto come integrare moduli esterni e aggiornare automaticamente i contenuti degli script sulla GIT BASH. Adesso non ci resta che approfondire la questione cercando di capire se ci sono dei pacchetti per la riga di comando che semplificano e danno un controllo guidato per l’utente che deve fare certe operazioni, sottolinea web marketing Umbria. Immaginiamo uno studente che entra in un programma fatto con node, lancia un file e si sente chiedere: come ti chiami? Chi sei? Dopo la risposta da riga di comando compare un menu dove si intima al visitatore di scegliere per l’acquisto di un corso, quindi varie opzioni. Lo studente sceglie il suo corso e a quel punto il sistema gli risponde come vuoi pagare proponendo delle opzioni, scelta anche quella occorrenza il sistema conclude dicendo la transazione é questa , ecco il resto o il resoconto dell’ acquisto. Per fare questa procedura NODE ha bisogno attrraverso il suo MANAGER NPM di avere nel suo framework dei pacchetti come PROCESS per esempio che si mette a fare dei controlli correnti in base a delle condizioni inscritte. Quando costruiamo una applicazione abbiamo imparato a lanciare all’ interno della directory di lavoro il comando npm init che crea il nostro package JSON al cui interno ci vanno tutte quelle informazioni di sistema su chi ha realizzato l’APP, le versioni e soprattutto le famose DIPENDENZE volute da NPM. Process ad esempio é un pacchetto globale valido anche al di fuori della directory corrente e quindi non ha bisogno di un require per essere incluso nel progetto. Ma il pacchetto principe che ci serve sopra per gestire una sequenza di comandi guidati a risposte che aprono delle opzioni é il COMMAND LINE ARGS che si installa con il consueto comando npm install command-line-args –save. A questo punto siamo pronti per la nostra programmazione del file e quindi possiamo usare un metodo di PROCESS in una prima variante che si chiama process.argv che ci consente di introdurre degli argomenti tipo console.log(process.argv); per cui richiamando il file posso ad esempio dargli degli argomenti su console tipo l’accoppiata chiave valore colore = rosso e mi verrà restituito un oggetto con i parametri immessi. L’idea di quesi pacchetti é consentire un controllo sulle istruzioni condizionali in modo da guidare il flusso dei processi verso la sua logica conclusione, di qualunque cosa si tratti, escludendo o meno delle opzioni proposte, dalla vendita di un corso o al censimento di una serie di dati. In seconda istanza possiamo usare anche l’altra opzione che abbiamo come pacchetto COMMAND LINE ARGS che ci consente di creare una serie di definizioni tramite un array oggetto. Dopo di che passo i valori di linee di comando tramite un contenitore variabile creato appositamente e poi inizerò a fare i controllo sulle condizioni scelte dallo studente con una serie di IF ed ELSE IF. In un uno dei prossimi articoli andremo a scandagliare con web marketing Umbria la connessione al database con MONGO, un sistema di raccolta dati facile e performante. In definitiva abbiamo diverse strade per gestire le problematiche di controllo sulla riga di comando in particolare qui abbiamo visto PROCESS e il flessibile pacchetto COMMAND LINE ARGS.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...