Il potere di solito accompagna le donne perfettamente centralizzate se nò il sole che ci sta a fare al centro dell’ universo eh?! Partita Faraoni – Trumpf CIS 2009 dove Tolomeo fu schiaffeggiato da Copernico

il

Scacchi e programmazione quindi, del resto se sei in grado di scaricare anche singolarmente server web Apache, server di database MySQL e PHP (ma con i pacchetti globali del tipo 3 in uno come XAMPP , indirizzo https://www.apachefriends.org/it/index.html, puoi anche evitarti inutili supplizi) possiamo iniziare a rispondere subito a una domanda posta dal signor Astrubale di Aci Trezza su PHP: come faccio a reperire informazioni sulla configurazione? Ok analizziamo il seguente script:

<? //questa é la prima riga scritta in php
/* la funzione che segue visualizza informazioni
variegate circa la configurazione del sistema */
phpinfo();

// la prossima riga é l’ultima di php
?>

che cosa ottengo con questo script (da notare le opzioni legate ai commenti)? Stampo a video tutta una serie di informazioni utili rispetto alle versioni del software utilizzate e dei servizi ad esse associate. La dinamica per ottenere questa stampa dei parametri a video é sempre legata all’ architettura client-server per cui la pallina da tennis rimbalza tra richiesta client ed esecuzione lato server che viene macinata per essere restitutita in locale al browser che renderizza il solo e puro html parserizzato dal motore php al di là del muro. Appagato il desiderio di erudizione intellettuale del signor Astrubale non resta che saltare al di là del muro ideale voluto da Umbriaway Consulting dagli zero e uno dei computers agli zero e gli uno che si dipongono sui tabelloni di torneo. Se hai provato a fare agonismo scacchistico sai bene che ci sono quei momenti dove l’avversario ti fa una mossettina del tutto imprevista e tu perdi completa aderenza con il terreno, diventi una sorta di pennino impazzito su un plotter che disegna traiettorie incomprensibili. Si direbbe allora che l’arte di un buon giocatore psicologo sia proprio quella di trovare le strade giuste “per spingere” il nemico oltre i limiti del tollerabile. Per esempio nella partita

https://umbriawaydeveloper.wordpress.com/2017/04/16/aurtado-bahamode-rodrigo-arg-2135-vs-faraoni-enrico-ita-2062-wca-spoleto-4-4-2017-t5-una-pirc-senza-lievito-ovvero-quando-luso-della-libreria-zippata-non-viene-implementata-correttamente/

il nero dopo 17 d6 ha iniziato a sfarfallare, perché quando subisci delle mosse che per distrazione o incapacità o altre variabili contingenti non hai previsto può capitare poi che imbambolato ti alzi dal letto per camminare in coma sul cornicione. Oppure basti vedere come nella partita contro il GM Ulibin il sottoscritto non abbia visto o voluto vedere per subitanza psicologica mosse come Ca5 e Ch5 che hanno esteticamente conquistato il punto con una perfetta simmetria, link:

https://umbriawayvalorizza.wordpress.com/2017/07/04/un-colpo-al-cerchio-e-uno-alla-botte-montante-sinistro-montante-destro-quando-i-cavalli-mirror-ti-fanno-vincere-facile-facile-partita-faraoni-enrico-2174-ulibin-mikhail-2583-data-2000-11-18-torn/

E quindi si scende solo negli inferi o gli dei ci hanno riservato momenti di compensazione dove l’agonista inebriato dal suo ego può liberare combinazioni simili a melodie? E’ questo il caso della Faraoni Enrico vs Trumpf giocata al CIS nel 2009, link: https://www.arcotorre.altervista.org/download/tecnica/teoria/ateoria_4.pdf con i commenti di Mario Andreoni.

Quando il bianco si trovò a giocare la sua mossa 19 in cuor suo forse sperava in qualcosa da tramandare a quelli di Altair 4 (ha, ha) o forse voleva solo portarsela a casa quell’ apertura iniziata con la stravagante 1 g4 (domanda). Bo! Quello che ci premeva sottolineare era che l’agonista non ha motivo di tapirizzarsi quando prende la pigna, anzi é quello il momento in cui la statistica finalmente spalleggia la sua promessa di immortale finora sempre mancata. Certamente ognuno ha l’album dei ricordi con le mosse brutte giocate ma anche con quelle belle, in questo caso 19 Ch7 é veloce veloce da leccarsi i baffi ma seguito anche da un approccio “piano, piano” che piace tanto agli slavi. Prima o poi i partitoni ossimoro arrivano, prima però occorre subire una girandola vorticosa di mazzate che sderenano la schiena! Così parlò Carpatù! In uno dei prossimi articoli di Umbriaway Consulting cercheremo di analizzare meglio questa oscura partita, candidata per una delle migliori grob giocate nel 2009 in ambito condominiale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...