Il mistero nella creazione dell’opera d’arte

Vedova neraUn imprenditore deve conoscere i suoi dipendenti e le sue risorse come farebbe un critico d’arte con Ligabue! Ops! Forse noi di Umbriaway Consulting abbiamo sbagliato metafora! Vedova nera, Antonio Ligabue 1955, olio su faesite, 175×130. Sarebbe interessante capire che cosa ha spinto Ligabue a dipingere questa inquietante rappresentazione dello spirito e quali angosce esistenziali premessero per trovare un affluente capace di liberarlo come il delta del Po, tanto per restare in tema di metafore padane che fanno da contesto all’ opera del pittore. Siamo in presenza di ossessioni, la tigre compare spesso nella simbologia del pittore. Sul teschio in basso a sinistra forse bisognerebbe chiedere a Emingway e al suo ultimo colpo di arma da fuoco risolutore mentre sulla vedova nera si aprono abissi interpretativi legati forse a oscure figure femminili? Vedere un essere umano nella sua ampiezza e capirlo é più complicato della decriptazione della stele di Champollion! Qui un famelico carnefice sembra diventare vittima mentre altre figure strane sullo sfondo adornano la composizione, in attesa o preoccupate per gli eventi. Un opera alquanto tormentata e dinamica ma stranamente ordinata priva di quell’ esplosione caotica che fa irrompere le irrazionalità umane dal vulcano della sgangherata follia. Tutto pulito, ordinato eppure qui si soffre e si muore. Come suonare con l’orchestra sul ponte del Titanic. Chi ha delle informazioni vitali per decifrare questa opera esaltata indirettamente nella chiesa monumentale di San Francesco a Gualdo Tadino insieme a un altro artista alienato importante per la nostra storia dell’ arte e cioé Pietro Ghizzardi, nella mostra Arte e Follia aperta fino al 30 ottobre 2016, ci scriva e ci dica. Che cosa spinge gli artisti a materializzare quello che sentono e da che parte nascono le loro composizioni, le loro opere folli? Da quali ipotetici traumi, da quali puslioni e aspettative si materializzano i mostri?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...